Facebook, Instagram e WhatsApp in down, cosa è successo?

down_fb1300 min large

Il 04 ottobre 2021 alle 17:30 circa, l’ecosistema di Mark Zuckerberg va in down.  

Milioni di persone in tutto il mondo non sono riuscite più ad utilizzare l’app di messaggistica istantanea WhatsApp e anche Messenger strettamente correlato al social network Facebook al quale era possibile accedere dall’app, ma non dal sito web, senza però poter vedere contenuti aggiornati, mettere like ai post, commentare, condividere o pubblicare contenuti di alcun tipo.

 

Anche il social istantaneo di nome e di fatto, Instagram, ha dato i suoi problemi, non permettendo agli utenti di pubblicare e visualizzare stories e contenuti recenti.

 

Su Twitter, non colpito dal blocco, in pochi minuti impazzano gli hashtag #instagramdown, #facebookdown e #whatsappdown, che raggiungendo più di 100mila tweet hanno conquistando la vetta dei trending topic.

 

Il “social break” è durato più di 6 ore, il più lungo mai riscontrato, considerando che quelli precedentemente registrati non hanno mai superato l’ora di down.

 

Ma cosa è successo?  

Sembrerebbe che il blocco sia stato dovuto ad una problematica correlata al DNS (Domain Name System), uno strumento che permette ai domini dei siti web di comunicare con gli indirizzi IP, traducendo i primi in codici numerici come lo sono i secondi, permettendo così ai vari browser di accedere al sito internet.

 

La lunga pausa ha, quindi, portato milioni di utenti a commentare con divertenti meme e gif l’accaduto sui social network ancora attivi, nello specifico Twitter e Telegram.

 

Molti invece hanno optato per i “vecchi metodi”, i buoni e “cari” SMS, non più previsti in molti piani di abbonamento telefonico, per i quali sono previsti solo a pagamento.

 

Un lungo momento di pausa che ha portato molti a trovare una soluzione digitale alternativa e altri “old school” a tornare alle origini, quando i dispositivi che portavi sempre con te e li chiamavi semplicemente “cellulari” prima che la loro tecnologia si evolvesse facendoli diventare “smartphone”.

 

Ma oggi è un altro giorno e tutto è tornato alla normalità, i social network fanno ancora parte delle nostre giornate e noi di Smart Generation, mettiamo a vostra disposizione un intero catalogo di dispositivi Ricondizionati che vi permettono di connettervi “sempre” a loro… o QUASI 😉

Ricondizionati Apple in evidenza oggi

-58%
-43%
-68%
-54%
-82%
-15%
-73%
-50%
-25%
-33%
-73%
-58%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.